25 Febbraio 2008 - 13:50

Bresciano: “Segnare e perdere non serve a nulla”

Bresciano: “Segnare e perdere non serve a nulla”

“Non facevo la statua dall’anno scorso, un po’ mi mancava”. Con il ritorno al gol contro il Milan, Mark Bresciano ha potuto riproporre la sua caratteristica esultanza. Ma la rete segnata ai rossoneri non lenisce l’amarezza dell’australiano per la sconfitta. “Non sono tanto soddisfatto. Segnare e perdere non serve a nulla, sarebbe stato meglio se fossimo tornati a casa almeno con un punto. Ho visto che il mio tiro è stato anche deviato da Oddo: non so se la palla sarebbe andata fuori senza l’intervento del difensore rossonero, ma Kalac mi ha detto che la rete non era merito mio. Noi comunque abbiamo fatto una buona gara, lottando e rimanendo uniti, ma abbiamo pagato caro l’unico piccolo errore commesso: se fossimo stati più attenti, avremmo potuto pareggiare la partita. Per quanto mi riguarda, invece, sto crescendo e tornando pian piano ai livelli di un tempo, ma posso migliorare soltanto giocando. Ieri sono dovuto uscire per un lieve affaticamento muscolare all’adduttore, ma spero di recuperare per essere in campo già mercoledì”. Tra due giorni, infatti, i rosa torneranno in campo al ‘Barbera’ contro l’Empoli. Per il centrocampista un ritorno al passato, vista la sua militanza in azzurro.. “Ho tanti bei ricordi del periodo trascorso lì, ma ormai fanno parte del passato: adesso sono un giocatore del Palermo e devo pensare a far bene con questa maglia. La sfida con i toscani è come le altre, una gara per noi importante. Dobbiamo dimenticare in fretta il ko di ieri e recuperare le energie per fare punti. L’Empoli ci ha sempre creato problemi ed è una buona squadra che ha corsa e grinta ma dobbiamo averne di più noi per vincere questa gara”.

Ultime news

Leggi tutte le news