26 Febbraio 2008 - 15:20

Guidolin: “Dobbiamo rimanere in partita per novantotto minuti”

Guidolin: “Dobbiamo rimanere in partita per novantotto minuti”

“Ho sentito Zamparini e mi ha ribadito ciò che ha detto ai giornali”. Alla vigilia della gara con l’Empoli, Francesco Guidolin torna a parlare della sconfitta di San Siro e si sintonizza sulla stessa lunghezza d’onda del Presidente. “A Milano abbiamo fatto una buona prestazione ma siamo tornati a casa senza punti. Dobbiamo cercare di essere sempre attenti e di rimanere in partita per novantotto minuti perchè con quell’errore abbiamo vanificato il lavoro della gara. Se avessimo sviluppato meglio la fase di possesso palla avremmo addirittura potuto essere più pericolosi, ma il Milan mette sempre un po’ di soggezione. Prima di cambiare, però, è necessario che io stia attento a valutare tante situazioni, bisogna essere bravi ed equilibrati nelle scelte. I ragazzi comunque sanno che nessuno ha il posto da titolare garantito, prima o poi tutti avranno la loro chance. Domani, per esempio, serviranno giocatori che stanno bene perché l’Empoli è in grande salute fisica, noi non siamo al top anche perché siamo stati gli ultimi ad andare a riposare domenica e dobbiamo fare i conti con gli acciacchi di Biava, Bresciano e Miccoli: Biava oggi lavora a parte perché ha preso una botta, Bresciano accusa un problema all’adduttore e Miccoli non è ancora al top. Io non ho ancora deciso, voglio farlo con calma e riflettendo bene. Inoltre l’Empoli è la squadra che ci ha preso più punti di tutti, nove su nove, nelle ultime due stagioni ed è allenato da uno dei migliori tecnici d’Italia. Dobbiamo considerare la gara di domani come un’altra tappa, molto dura, verso quota quaranta punti”.

Ultime news

Leggi tutte le news