18 Ottobre 2015 - 14:27

IL PRANZO ROSANERO E’ SERVITO
BOLOGNA-PALERMO 0-1

IL PRANZO ROSANERO E’ SERVITO BOLOGNA-PALERMO 0-1

Una vittoria fondamentale. Nel “lunch match” del “Dall’Ara” il Palermo dimostra di avere più fame del Bologna e porta a casa un successo di importanza straordinaria. E’ Vazquez a firmare l’1-0 dei rosanero. Il “Mudo” sceglie la migliore occasione per realizzare il suo primo gol stagionale.

Maresca si prende la cabina di regia nel 3-5-2 di Iachini. Rigoni e Hiljemark completano il centrocampo, mentre Lazaar e Rispoli sono gli esterni. Struna, Gonzalez e Andelkovic proteggono Sorrentino, a Vazquez e Gilardino il compito di creare problemi a Mirante. Il Bologna risponde con un 4-2-3-1 con Mounier, Brienza e Rizzo pronti ad innescare Destro.

I rossoblù partono meglio. Dopo appena trentacinque secondi Brienza è già pericoloso. Il suo tiro, su suggerimento di Destro, viene stoppato in corner. Vazquez prova ad inventare, ma il Bologna è più in palla e i trequartisti fanno male con i loro tagli alla difesa del Palermo. Solo due ottime uscite di Sorrentino, all’11’ e al 16’, evitano guai sugli inserimenti di Destro e Mounier. E’ sempre Brienza ad inventare. E non solo con gli assist. Serve una grande chiusura di Gonzalez per fermare un potente tiro dell’ex rosanero dai venti metri.

Ma il Palermo è un cobra, in attesa di sferrare il colpo quando nessuno se l’aspetta. Al 23’ Lazaar controlla un pallone in area, uno strepitoso “destro-sinistro” libera Hiljemark. Lo svedese alza la testa e vede il perfetto inserimento di Vazquez. L’assist del numero 10 manda in bambola tutta la difesa rossoblù. E’ un gioco da ragazzi per il “Mudo”, solo davanti a Mirante, firmare d’esterno il primo gol in campionato. Vazquez dedica l’1-0 alla mamma, la squadra di Iachini può esultare.

Il Bologna è tramortito e rischia grossissimo tre minuti dopo la rete subita. Perfetto il cross di Lazaar, Gilardino è un “falco” e colpisce di testa, mandando di un soffio a lato. I rosanero sembrano guadagnare adesso convinzione, minuto dopo minuto. Una fuga vertiginosa di Rispoli, innescata da Vazquez, viene conclusa con un sinistro che trova i guantoni di Mirante. La squadra di Rossi commette molti errori di misura, rendendosi pericolosa solo con un sinistro a giro di Mounier che termina largo. Il Palermo va però ancora vicinissimo al raddoppio nel finale. E' ancora un "arcobaleno" dalla sinistra di Lazaar a tagliare fuori tutta la difesa bolognese. Gilardino è pronto sul secondo palo, Masina salva sulla linea sul colpo di testa del numero 11.

La ripresa si apre con una autentica prodezza di Sorrentino. Il capitano compie un autentico miracolo sul diagonale di Rizzo, diretto verso l’angolo alla destra del portiere rosanero. L’ammonizione rimediata in avvio convince Iachini a sostituire Hiljemark con Chochev.

Il Bologna non riesce ad impensierire più di tanto il Palermo nei primi minuti del secondo tempo, ma si scatena intorno al quarto d’ora. Rispoli deve “mettere il turbo” per chiudere su Mounier, che si era smarcato sulla sinistra. Sul corner successivo, torre di Rossettini proprio per il francese. Salva tutto Lazaar.

Al 20’ Destro ha una clamorosa occasione per pareggiare i conti. L’ex Roma spreca però clamorosamente dopo aver preso il tempo a Gonzalez. Sul cross di Masina, l’attaccante bolognese manda il pallone sul fondo con un colpo di testa da posizione favorevolissima. Due minuti più tardi Sorrentino preferisce non correre rischi su un insidioso colpo di testa di Mounier, respinto in corner.

Il Palermo prova a uscire dal guscio. Vazquez guadagna punizioni importanti, Maresca sa come far girare il pallone, Sorrentino chiude la porta a Mancosu e Donsah (entrato per Taider). Ma sono tutti i rosanero a portare il loro “mattoncino” verso un risultato fondamentale. Iachini decide di chiudere ulteriormente gli spazi agli attacchi del Bologna, inserendo Daprelà per Lazaar. Gli ingressi di Mancosu e Falco avanzano il baricentro del Bologna, che però non sfonda. Gonzalez e compagni tengono duro, con le unghie e con i denti.

E' del Palermo la migliore chance per andare a segno nei minuti finali. Al 43' il contropiede portato avanti da Rispoli viene fermato da Masina, ma il pallone finisce sui piedi di Vazquez al limite dell'area. Il "Mudo" salta Donsah e serve a Gilardino un pallone sul quale c'è scritto "basta spingere". Gastaldello compie però un miracolo sulla linea, salvando sul tiro del numero 11 rosanero. L'ultimo brivido è firmato Brienza, ma il gol dell'ex non riesce al numero 23 bolognese. Al fischio finale la festa è tutta di Sorrentino e compagni, che centrano proprio in un momento complicatissimo tre punti di platino. La squadra di Iachini sale a quota 10 punti regalando a tutti i tifosi il pranzo migliore possibile.

Ultime news

Leggi tutte le news