11 Gennaio 2015 - 16:55

LA CORSA SI FERMA AL "FRANCHI"
FIORENTINA-PALERMO 4-3

LA CORSA SI FERMA AL "FRANCHI" FIORENTINA-PALERMO 4-3

Uno stop dopo nove risultati utili può capitare. L'importante è lottare anche nelle giornate difficili e rialzarsi subito. Di sicuro oggi il Palermo non è caduto senza combattere. La Fiorentina si impone 4-3 al "Franchi" dopo una ripresa ricca di colpi di scena. Di Pasqual, Basanta, Quaison (doppietta), Cuadrado, Joaquin e Belotti (su rigore) le sette reti dell'incontro.

Dybala accusa un piccolo fastidio nel riscaldamento. Iachini decide di non rischiare l'argentino e schiera Belotti con il resto della formazione vittoriosa contro il Cagliari. A far coppia con il "Gallo" c'è dunque Vazquez. Montella deve fronteggiare le squalifiche di Savic e Rodriguez. Nel 3-5-2 dei padroni di casa ci sono dunque Tomovic, Basanta ed Alonso in difesa, mentre in avanti è confermato il tandem Cuadrado-Gomez.

La Fiorentina parte forte. I padroni di casa spingono forte, principalmente sulle fasce, mentre Borja Valero e Pizarro mettono in difficoltà i rosanero con le loro palle filtranti. Al 5' Mazzoleni annulla un gol a Gomez per fuorigioco di Pasqual su passaggio di Pizarro che aveva avviato l'azione. I rosanero provano a reagire e cominciano ad impostare gioco, senza però creare occasioni pericolose.

La squadra di Montella attacca con continuità e trova il vantaggio al termine di una prolungata azione di gioco. Al 20' Fernandez riceve palla in area e crossa rasoterra. Cuadrado lascia scorrere il pallone, che termina sui piedi di Pasqual. Il capitano viola controlla la sfera e con un preciso tiro sinistro batte Sorrentino.

Vazquez prova a scuotere il Palermo con un paio di conclusioni dal limite che non causano grossi problemi a Tatarusanu. I viola adesso aspettano e ripartono, ma sono in grado di fare male quando si portano in avanti. Al 24' Borja Valero salta con un gran numero Munoz e si ritrova a tu per tu con Sorrentino. Il "tocco sotto" dello spagnolo centra la traversa, il tap-in di Gomez termina clamorosamente a lato. Il centrocampista ci riprova al 32' con un tiro da fuori deviato da Gonzalez. Sorrentino è costretto ad una difficile parata che salva il risultato.

Nel finale è ancora la Fiorentina a sfiorare il raddoppio in due circostanze. Marcos Alonso manda di poco alto il pallone con un colpo di testa su corner di Fernandez, poi Pizarro centra il palo al 41' con un piattone destro. Due minuti più tardi Barreto ci prova con un tiro-cross su punizione, ma Gomez devia la sfera in angolo.

Succede davvero di tutto nella ripresa. I viola ripartono con grande convinzione e sfiorano al 5' il raddoppio. Cuadrado calcia in diagonale, Sorrentino tocca, Feddal rinvia male ma il pallone finisce in corner e non in rete. Un minuto più tardi però la Fiorentina raddoppia con Basanta in mischia. Su un cross dalla destra Tomovic (in posizione sospetta di fuorigioco) fa da sponda e Sorrentino anticipa Gomez in uscita. Il pallone finisce però addosso a Munoz, Basanta si ritrova la porta spalancata e al volo mette dentro il 2-0.

Iachini prova a cambiare la partita affidandosi alla panchina. In campo entra Quaison per Maresca. La scelta del mister rosanero viene subito premiata. La Fiorentina cerca il 3-0 e si scopre, permettendo a Belotti di partire incredibilmente in contropiede al 14'. La grande fuga del "Gallo" viene conclusa con un cross dalla sinistra per il liberissimo Quaison, che realizza il primo gol in Serie A battendo Tatarusanu.

La Fiorentina reagisce subito, con un colpo di testa di Joaquin su cross di Pasqual che termina di pochissimo sul fondo. Ma un clamoroso doppio errore dei padroni di casa regala al Palermo il pareggio. Al 16' Pizarro sbaglia un retropassaggio, Marcos Alonso si addormenta e non si accorge di avere alle spalle Quaison. Lo svedese controlla la sfera, prende la mira ed insacca il 2-2 di piatto destro.

Non è però finita, purtroppo per il Palermo. La squadra di Montella non ci sta e rabbiosamente si riporta in avanti. Il pari dura solo tre minuti. Al 19' Cuadrado riporta in vantaggio i viola beffando Feddal e Gonzalez. Sul cross di Pasqual dalla sinistra il colombiano si fa trovare prontissimo sul primo palo, superando Sorrentino. Il Palermo ha un'ultima grande chance per rimanere in partita. Su un perfetto cross di Emerson, Belotti manca però l'impatto con il pallone e si divora il gol del 3-3.

Decisamente più preciso Joaquin, che chiude la partita al 30'. Lo spagnolo salta Morganella e dal vertice dell'area sinistro si inventa un bellissimo destro a giro che batte Sorrentino sul secondo palo. La partita sembra finita, ma c'è un'altro colpo di scena. Al 35' Belotti viene fermato fallosamente da Basanta in piena area. Mazzoleni indica il dischetto tra le proteste viola. E' proprio il "Gallo" a presentarsi davanti a Tatarusanu, che viene spiazzato con un perfetto destro.

Il quarto gol in Serie A del centravanti rosanero non basta però al Palermo, che esce sconfitto dal "Franchi" e vede stoppata la propria striscia positiva. Il rammarico è di non aver fornito nel primo tempo la stessa prestazione messa in campo nella ripresa. Guardandosi indietro resta però la grande soddisfazione di aver visto i ragazzi di Iachini imbattuti per oltre due mesi, regalando spettacolo e gol sia al "Barbera" che in trasferta. I rosanero restano fermi a quota 25 punti in classifica.

Ultime news

Leggi tutte le news