21 Ottobre 2010 - 22:55

PALERMO-CSKA MOSCA 0-3 FINALE

PALERMO-CSKA MOSCA 0-3 FINALE


Battuta d’arresto casalinga per il Palermo allenato da Delio Rossi, che questa sera al Renzo Barbera è stato superato 3-0 dal CSKA Mosca, nel match valevole per la terza giornata del girone F della UEFA Europa League.

Padroni di casa in campo con il 4-3-1-2, con Pastore ad agire alle spalle del tandem Maccarone-Hernandez. La formazione russa, invece, si schiera con il 4-4-2, con Doumbia e Vagner Love a comporre il reparto offensivo. Al 3’ cavalcata di Pastore che serve Hernandez, ma il mancino dell’attaccante uruguayano è respinto da Akinfeev. Due minuti dopo, Maccarone in ottima posizione viene fermato dal direttore di gara per fuorigioco. Al 10’ lo stesso numero 32 del Palermo manda alto sul traversone di Cassani, ma ancora una volta l’azione è interrotta per offside. Al 14’ Pastore con la punta del piede prova a servire Hernandez, ma è tempestiva l’uscita del portiere russo che spazza con i piedi. Al 21’ Benussi atterra in area Gonzales e l’arbitro non esita a concedere il calcio di rigore agli ospiti: dal dischetto Vagner Love si fa ipnotizzare dal portiere rosanero che para. Sul capovolgimento di fronte Hernandez sfiora l’incrocio dei pali con un potente mancino. Un minuto dopo, provvidenziale chiusura in corner di Goian sul tiro ravvicinato di Vagner Love. Al 26’ calcio di punizione di Bovo, nessun problema per Akinfeev. Due minuti dopo, Honda su calcio piazzato non inquadra il bersaglio. Al 33’ Maccarone viene fermato ancora una volta per un dubbio fuorigioco. Nell’azione successiva il CSKA trova la rete del vantaggio con un colpo di testa di Doumbia. Al 36’ Maccarone si incunea bene in area, ma il suo diagonale  viene bloccato dall’estremo difensore moscovita. Al 44’ ottima la chiusura di Goian che neutralizza la pericolosa incursione di Doumbia. Nel recupero il calcio di punizione di Bovo viene respinto in angolo dalla difesa ospite.

Dopo l’intervallo entrambe le formazioni tornano in campo con gli stessi undicesimi del primo tempo. Al 10’ Vagner Love da pochi passi manda fuori. Un minuto dopo nel Palermo Kasami subentra a Darmian. Al 12’ Pastore dalla lunga distanza calcia sul fondo. Al 14’ esterno destro di Nocerino, Akinfeev para. Nell’azione seguente il CSKA Mosca raddoppia con Doumbia. Il numero 8 della formazione moscovita un minuto più tardi lascia il posto a Necid. Al 16’ Hernandez con l’esterno del piede spedisce la palla sopra la traversa. Al 18’ Necid da buona posizione sciupa una limpida occasione. Un minuto dopo tra i rosanero Pinilla prende il posto di Maccarone, mentre tra le fila del CSKA Gonzalez lascia spazio a Tosic. Al 21’ lo stesso Pinilla lancia Hernandez ma Akinfeev in presa bassa fa sua la sfera. Al 25’ Balzaretti dalla distanza manda fuori di poco. Un minuto dopo la rasoiata mancina di Kasami viene deviata in angolo dalla difesa moscovita. Al 27’ Pastore lancia in profondità Hernandez, ma il numero 9 di casa non riesce ad agganciare il pallone. Al 29’ l’arbitro austriaco lascia il Palermo estraendo due volte nel giro di pochi secondi il cartellino giallo a Pastore per proteste. Un minuto più tardi, Joao Pedro subentra a Pastore, mentre Dzagoev sostituisce Vagner Love. Al 36’ Necida realizza il tris superando Benussi da distanza ravvicinata. Dopo due minuti di recupero l’arbitro fischia la fine: il Palermo resta fermo a quota 3 al terzo posto in classifica, mentre il CSKA Mosca, capolista a punteggio pieno, sale a 9 punti.

Ultime news

Leggi tutte le news