24 Gennaio 2010 - 16:50

Palermo-Fiorentina 3-0 finale

Palermo-Fiorentina 3-0 finale

Tre punti di platino per il Palermo allenato da Delio Rossi, che oggi pomeriggio al “Barbera” ha inflitto un secco 3-0 alla Fiorentina, mettendo a segno il settimo risultato utile consecutivo in campionato. Decisive le reti di Abel Hernandez, autore di una doppietta nel primo tempo (la prima in maglia rosanero), e di Igor Budan, a segno nella ripresa.

Tra i rosanero assenti Bresciano (alle prese con una lombosciatalgia) gli squalificati Cavani e Simplicio: Delio Rossi conferma il 4-3-1-2 con Pastore ad agire alle spalle del tandem Cavani-Hernandez. Il tecnico viola Cesare Prandelli, schiera un 4-2-3-1 con il trio composto da Santana, Mutu e Vargas dietro l’unica punta Gilardino. Padroni di casa immediatamente pericolosi con Cassani, che cerca la porta con un destro in corsa ma è impeccabile l’intervento di Frey che smanaccia e allontana. Due minuti più tardi scambio in velocità tra Balzaretti e Pastore, ma il passaggio di ritorno del giovane argentino è troppo lungo ed è facile preda del portiere fiorentino. Al 9’ calcio di punizione dalla distanza battuto da Mutu, nessun problema per Sirigu che blocca la sfera. Al 15’ apertura di Liverani per Cassani, che conclude con il mancino trovando Frey pronto alla respinta. Al 21’ buona chance per il Palermo con Hernandez che, ben servito da Miccoli, brucia sul tempo Felipe e lascia partire un diagonale mancino calciando non lontano dal palo. Due minuti più tardi, protagonista ancora una volta l’attaccante uruguayano, che dribbla prima Felipe e poi Gamberini, prima di concludere con un destro che non impensierisce Frey. Al 28’ il Barbera diventa una bolgia: Miccoli lascia partire un missile con il destro dal limite dell’area che colpisce la traversa, sulla ribattuta del legno si fionda in tuffo lo stesso Hernandez e di testa supera Frey. Dopo la rete del vantaggio i rosa continuano a premere sull’acceleratore: due minuti più tardi ci prova Miccoli dai venti metri, Frey è costretto alla deviazione in corner. Al 37’ la squadra allenata da Rossi raddoppia: splendido passaggio filtrante di Pastore per Hernandez, che mette a segno la propria doppietta insaccando di sinistro alle spalle di Frey. Al 45’ doppio intervento provvidenziale di Frey che evita la terza rete, opponendosi prima ad Hernandez e poi a Miccoli. Dopo l’intervallo i rosa ritornano in campo con gli stessi undicesimi del primo tempo, mentre nella Fiorentina Marchionni prende il posto di Santana. Al 2’ della ripresa, velleitario tentativo di Gilardino alto sopra l’incrocio. Un minuto più tardi, mancino di Marchionni da fuori area, Sirigu si allunga e manda in angolo. Al 4’ lo stesso numero 32 della Fiorentina ci riprova senza inquadrare la porta. Al 6’ Liverani su punizione serve Miccoli, che in due tempi batte a rete, palla fuori. Al 7’ esce tra gli applausi Hernandez, al suo posto Budan. Al 10’ destro di Montolivo dai 25 metri di poco fuori. Al 13’ i rosa calano il tris: calcio di punizione battuto da Miccoli, sponda area di Liverani e mezza rovesciata vincente di Budan che beffa Frey. Al 15’ lancio lungo di Marchionni per Gilardino, che in spaccata manda alto da buona posizione. Un minuto più tardi lo stesso numero 11 viola viene sostituito, in campo al suo posto Jovetic. Al 18’ bolide di Mutu dall’altezza del dischetto ed eccezionale intervento di Sirigu che allontana a mani aperte. Al 25’ termina alto il sinistro da fuori di Cassani. Al 30’ è la volta di Jovetic che conclude di destro dal limite, palla alla sinistra del palo. Tre minuti più tardi, capitan Miccoli lascia il campo tra gli applausi, al suo posto Bertolo. Al 34’ violento destro di Nocerino smorzato dalla difesa viola, sul rimpallo Frey anticipa l’accorrente Balzaretti. Nell’azione seguente, destro di Mutu dai venti metri, Sirigu para senza patemi. Al 37’ doppio cambio: nel Palermo Blasi subentra a Liverani, mentre nella Fiorentina Bolatti prende il posto di Montolivo. Al 40’ tiro ravvicinato di Jovetic ma Sirigu ancora una volta è strepitoso e respinge. Al 43’ il sinistro a giro di Mutu da pochi metri finisce fuori. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro Damato fischia la fine: il Palermo esce dal campo tra gli applausi del “Barbera” e sale a quota 34 in classifica, mentre la Fiorentina resta ferma a 30 punti.

Ultime news

Leggi tutte le news