1 Agosto 2009 - 20:02

Palermo - Pordenone 5-0

Palermo - Pordenone 5-0

Il Palermo conquista un’altra vittoria, 5-0 sul Pordenone a Bad Kleinkirchheim, e centra così l’en plein di successi, ben nove, nella fase austriaca della preparazione precampionato. A segno ben tre volte Cavani, quindi Miccoli e Bresciano.

Scelte obbligate nell’ultima gara del ritiro per Walter Zenga, che può contare soltanto su diciassette giocatori: assenti Balzaretti e Pastore (quest’ultimo partito nel pomeriggio per l’Argentina per ottenere il visto), acciaccati Budan, Çani, Hernandez, Mchedlidze e Succi e a riposo Cassani e Migliaccio, il tecnico rosa schiera a sopresa il giovane Cristian Melinte, classe ‘88, che da qualche giorno ha chiesto ospitalità al Palermo. In attacco Cavani e Miccoli, supportati da Simplicio. Ed è proprio la coppia d’attacco rosanero, dopo appena quattro minuti, a costruire l’azione del vantaggio con il numero 10 che affonda sulla sinistra e serve magistralmente al centro l’uruguagio che appoggia comodamente in rete. I friulani non vogliono far brutta figura, si chiudono con sapienza e cercano le ripartenze, rendendo così la vita difficile alla squadra allenata da Walter Zenga che cerca di imporsi usando le geometrie e riesce a rendersi pericolosa con Cavani, che centra incredibilmente la traversa da due passi, e Bertolo, che viene fermato da Posocco in uscita. Il Pordenone si fa vedere con una velleitaria conclusione di Lella e con una botta da lontano di Cester, poi Miccoli scalda le mani dell’estremo neroverde dalla distanza, quindi è ancora la formazione allenata da Pavanel a farsi sotto con una conclusione dal limite di Campaner e con un tentativo ravvicinato di Lella. Prima del 45’ ci provano anche Garbini dai venti metri e Cavani, che a tu per tu con Posocco non riesce a superarlo. Si va quindi al riposo con il risultato di 1-0.

Nemmeno il tempo di scendere in campo per la ripresa ed è subito poker rosanero: il “la” lo dà il numero 12 friulano Pozzer che, entrato al posto di Posocco, sbaglia un rinvio e serve Miccoli, il quale non si lascia sfuggire l’occasione per il raddoppio; il 3-0 è opera di Bresciano che, dopo un tiro dalla destra di Miccoli respinto, riceve palla al limite e conclude battendo l’estremo friulano, mentre il quarto gol lo sigla Cavani con un diagonale da posizione defilata dopo un bell’affondo sulla destra. La girandola di cambi penalizza maggiormente il Pordenone, che schiera tanti giocatori classe ’91 e 92’, e il Palermo può fare valere la propria supremazia tecnica e, dopo un tentativo su punizione di Miccoli respinto abilmente da Pozzer, realizza anche il quinto gol al 13’ con il solito Cavani che gira in rete un bell’assist da sinistra di Mazzotta. L’uruguaiano fa ancora paura ai neroverdi qualche minuto dopo con una bella conclusione al volo bloccata dal portiere, poi ci provano Melinte, con un diagonale rasoterra dalla destra, Miccoli, con uno strabiliante pallonetto dalla sinistra che strappa applausi al pubblico della Sportarena, e Tedesco, in mischia sugli svluppi di un corner. Il risultato però non cambia: la gara termina 5-0.

 

PALERMO - PORDENONE 5-0

PALERMO (4-3-1-2): Amelia (22’ st Brichetto); Morganella (1’ st Mazzotta), Kjær, Bovo, Melinte; Bresciano (7’ pt Tedesco), Nocerino (23’ st Adamo), Bertolo (19’ st Terranova); Simplicio (7’ st Conti); Cavani, Miccoli.

Allenatore: Walter Zenga.

PORDENONE (4-3-3): Posocco (1’st Pozzer); Erodi (23’ st Michieli), Campaner (13’ st Gallinelli), Garbini, Battiston (13’ st Dus); Cester (1’ st Casella), Tardivo, Margherita (13’ st De Pin); Sessolo (1’ st Criaco), Lella (7’ st Strizzolo), Roman Del Prete (23’ st Buttignaschi).

Allenatore: Massimo Pavanel.

ARBITRO: Tanja Schett (Villach).

RETI: 4’ pt, 5’ e 13’ st Cavani, 1’ st Miccoli,3’ st Bresciano,

NOTE: Serata fresca, terreno in buone condizioni. Spettatori 100 circa.

 

CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI PALERMO - PORDENONE

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY DI PALERMO - PORDENONE 

Ultime news

Leggi tutte le news