15 Agosto 2009 - 22:22

Palermo-Spal: 4-2 finale

Palermo-Spal: 4-2 finale

Grande prova del Palermo questa sera, che ha battuto 4-2 la Spal nella gara d’esordio della Tim Cup e si è qualificato al quarto turno eliminatorio della competizione dove incontrerà la Reggina. Eccellente la prestazione del capitano Fabrizio Miccoli, che ha rimediato con una doppietta all’iniziale vantaggio degli ospiti siglato da Arma. Le altre due reti rosanero portano la firma di Fabio Simplicio ed Edinson Cavani, mentre il secondo gol ferrarese è stato realizzato ancora una volta da Arma.
 
Nell’undici iniziale rosanero  presente il capitano Fabrizio Miccoli, pienamente recuperato dopo l’infortunio al ginocchio rimediato sabato scorso nel match contro il Maiorca. A comporre il reparto offensivo insieme al fantasista salentino Edinson Cavani e Javier Pastore nel ruolo di trequartista. Tra le fila della Spal, il tecnico Dolcetti decide di schierare in avanti l’ex doriano Fabio Bazzani, in dubbio alla vigilia, in tandem con Arma. In avvio di gara rosa subito pericolosi in fase offensiva al 3’ con Pastore, che s’invola lungo la fascia sinistra e conclude da posizione defilata di poco alla destra del palo della porta difesa da Capecchi. Al 9’ Giulio Migliaccio è costretto a lasciare il campo per infortunio, al suo posto Mark Bresciano. Gli emiliani si fanno vivi dalle parti di Rubinho per la prima volta al 16’ con Valtolina, che si coordina e conclude in porta da fuori area, ma il portiere rosanero respinge a mani aperte.  Al 22’ la Spal si porta in vantaggio: traversone dalla sinistra di Laurenti per l’accorrente Arma, che sfiora la palla il giusto che basta per insaccare alle spalle di Rubinho. La reazione del Palermo è nei piedi di Miccoli, che al 27’ gira in porta un suggerimento in verticale di Simplicio senza trovare lo specchio della porta. Il capitano rosanero sale prepotentemente in cattedra subito dopo la mezzora e ribalta il risultato con una splendida doppietta, segnando al 33’ su calcio di rigore e al 35’ con una potente girata rasoterra dai sedici metri. Sei minuti più tardi i rosa potrebbero portare a due le reti di vantaggio, ma Bresciano, su assist di Simplicio, sciupa sotto porta calciando alto. Al 2’ minuto di recupero, ci prova Cavani con una botta insidiosa dalla distanza che finisce fuori di poco. Dopo l’intervallo entrambi i tecnici decidono di non attuare cambiamenti nelle formazioni che hanno concluso il primo tempo. Al 2’ minuto calcio di punizione dai venti metri battuto da Miccoli, palla alta sopra l’incrocio dei pali. Quattro minuti più tardi è la volta di Pastore, che tenta la battuta a rete da fuori area senza però trovar fortuna. Ma i rosa sono determinati a portare a casa la vittoria e, dopo appena sessanta secondi, realizzano la rete del tris con Fabio Simplicio, che finalizza in due tempi la precisa imbeccata mancina di Balzaretti. Al 21’ incornata di Kjaer sul corner calciato da Miccoli dalla sinistra, palla fuori non di molto. Un minuto più tardi l’emiliano Meloni, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, potrebbe riaprire i giochi ma il suo tiro finisce sul palo. La squadra allenata da Zenga non si scompone e lo dimostra al 25’ realizzando la quarta rete con Cavani, lesto nel tap-in sulla respinta corta di Capecchi. Al 29’ sortita offensiva di Cassani che spara in diagonale verso la porta della Spal, ma la sfera finisce fuori. Al 35’ sussulto d’orgoglio della Spal che accorcia le distanze con Arma che mette a segno la propria doppietta personale. Tre minuti più tardi, tiro violento di Cavani ma Capecchi intuisce d’istinto e devia la palla sulla traversa. Termina 4-2 con la squadra che saluta i tifosi che rispondono applaudendo.
 
CLICCA QUI PER VEDERE GLI HIGHLIGHTS DI PALERMO-SPAL
 
CLICCA QUI PER VEDERE LA PHOTOGALLERY DI PALERMO-SPAL 

Ultime news

Leggi tutte le news