24 Maggio 2009 - 08:30

PARTITA DOPPIA

PARTITA DOPPIA

Partita doppia e profumo d'Europa. E' questo il copione della 37a giornata in serie A per il Palermo che oggi (15:00 - stadio "Atleti Azzurri d'Italia) gioca in trasferta contro l'Atalanta e che contemporaneamente aspetterà dolci sussulti dal terreno di San Siro dove la Roma avanti di due punti sui rosa ed al sesto posto in classifica, quello buono per giocare il prossimo anno in Europa League, affronterà il Milan. I rossoneri di Ancelotti non possono buttare via punti preziosi. C'è infatti da blindare la seconda posizione in classifica perchè la Juventus potrebbe avere vita facile a Siena cosi come la Fiorentina a Lecce ed essendo "piccolo" il vantaggio su queste il Milan non può rischiare anche perchè all'ultimo giro di campionato, domenica prossima, dovrà andare proprio a Firenze. Quindi a San Siro sarà partita vera e questo è confortante per il Palermo che ha l'obbligo di vincere o se vogliamo di cambiare decisamente marcia fuori casa. Lontano dal Barbera il Palermo ha spesso mostrato la sua faccia brutta, lontanissima da quella del Barbera dove delizia il palato dei suoi sostenitori ed affanna l'avversario. Oggi o mai più, dunque. O si cambia marcia e si gioca come il Palermo sa fare o ogni desiderio d'Europa resterà con rammarico attanagliato in un cassetto. Ballardini arriva a Bergamo con non pochi problemi di formazione. Giocheremo senza Liverani e Cavani infortunati e Kjaer squalificato. Detto cosi sembra una mezza sciagura, ma questo gruppo ha dimostrato in passato di essere più forte della sfortuna. Di buono c'è il recupero in extremis di Giovanni Tedesco con Migliaccio, fido pendolare, che tornerà di nuovo a far coppia con Bovo al centro della difesa. Con Cavani ai box, toccherà probabilmente a Succi stare vicino a Miccoli. Poi il resto della formazione sarà come da copione. Oggi il destino del Palermo dipenderà dal Palermo. Vincere sarà fondamentale, perchè la Roma è in netta difficoltà. I giallorossi arrivano a San Siro senza molte pedine fondamentali. Oltre allo squalificato De Rossi, il tecnico Spalletti ha lasciato a casa gli infortunati Panucci e Perrotta. Ma non è tutto, perchè in casa Roma c'è una vera e propria emergenza. Juan, assente da oltre due mesi si è fermato nella rifinitu­ra, se non ce la facesse dovreb­be toccare a Diamoutene. Ju­lio Baptista sarà in panchina. Il brasiliano ha ancora fastidio al ginoc­chio ed insieme allo stesso Juan ci sarebbe la volontà di  non rischiare una pericolosa ricaduta perchè alle porte c'è. la convocazione della Seleçao per la Confederations Cup. Allora, viviamola tutti insieme questa domenica da "partita dopppia", sperando che al fischio finale tutti noi saremo un pò più europei...

Ultime news

Leggi tutte le news