10 Aprile 2009 - 14:46

SIMPLICIO

IL MASSIMO PER FERMARE LA CAPOLISTA

SIMPLICIO IL MASSIMO PER FERMARE LA CAPOLISTA

Riflettori puntati sul centrocampista del Palermo, Fabio Simplicio, nel corso di una intervista rilasciata a Sportitalia. Il rosanero ha parlato della gara di domani a San Siro contro l'Inter, partendo dalla sua amicizia con il milanista Kakà e lo juventino Amauri. "Sono molto amico di Kakà, ma non mi ha chiesto di battere l’Inter perché ormai è impossibile per loro raggiungere i nerazzurri. Lo ha fatto, invece, il mio grande amico Amauri perché se noi dovessimo vincere si riaprirebbe il campionato prima dello scontro diretto tra Inter e Juve. Speriamo di poter fare un favore ad Amauri ed ovviamente a tutti noi". Simplicio poi commenta la sua stagione in rosanero che sta andando davvero bene. "Questa è la mia stagione migliore. Sono più tranquillo, sereno anche grazie all’aiuto di mister Ballardini perchè sento la sua fiducia e questo è molto importante. Palermo è il mio ambiente ideale per questo voglio rinnovare il contratto e rimanere qui a lungo". Domani a San Siro, il Palermo giocherà con la voglia di fare bene e di battere un'altra grande del campionato. "È vero - dice Simplicio sempre nel corso dell'intervista a Sportitalia - delle big ci manca soltanto l’Inter anche se stiamo cercando di evitare la pressione. La partita l’abbiamo preparata con molta tranquillità, ma allo stesso tempo siamo concentrati perché vorremmo compiere la grande impresa. Siamo consapevoli, però, che affronteremo la capolista, la squadra più forte in Italia. Quante possibilità abbiamo? Ce la giochiamo. Siamo ottimisti. Se saremo al 100%, avremo ottimi chanche. Poi dovremo fermare quell’uragano di Ibrahimovic. Mancheranno i miei connazionali Julio Cesar e Maicon. Loro fanno la differenza e la loro assenza ci potrà agevolare. Certo che chi li sostituirà fa ugualmente paura perché sono grandi campioni. Ripeto - conclude il brasiliano - noi daremo tutto per fermare la capolista anche perché noi crediamo di potere agganciare la zona Uefa. Il campionato è lungo e noi dobbiamo giocarci le nostre carte fino alla fine. Giocando da Palermo avremo delle ottime possibilità di farlo".

 

Ultime news

Leggi tutte le news