30 Maggio 2009 - 16:38

VIDEONEWS - BOCCADIFALCO

CONFERENZA STAMPA ZAMPARINI

VIDEONEWS - BOCCADIFALCO CONFERENZA STAMPA ZAMPARINI

Dopo le parole dell'allenatore del Palermo, Davide Ballardini: "Ho chiesto al presidente dieci giorni di vacanza anche per riflettere", il numero uno di viale del Fante ha deciso cosi di convocare i giornalisti per una conferenza stampa. "Ho incontrato l'allenatore e gli ho detto delle cose riservate. Poi, nel pomeriggio sono stato informato delle dichiarazioni fatte dallo stesso. Adesso spiego le cose. Sono venuto a Palermo per congratularmi con tutti, specie con lui, per il grande lavoro che è stato fatto in questo anno. Siccome avevo letto che c'erano dei dubbi sul futuro del mister, ho chiesto a lui cosa c'era di vero. Premetto - dice il presidente - che attraverso i giornali non gli ho mai attribuito l'aggettivo "dilettante". Ballardini mi ha risposto: presidente, io voglio andarmene da Palermo". Il nostro presidente appare molto amareggiato. "Non posso tenere in squadra un allenatore che vuole andarsene.  Gli ho detto di prendersi dieci giorni di tempo per decidere.  Anche se al termine del nostro incontro io pretendevo le sue dimissioni, sentendomi rispondere che avrebbe preferito il licenziamento. Sono convinto che dietro Ballardini c'è qualche altra squadra". Zamparini poi prosegue senza essere interrotto, almeno nella prima parte, dai giornalisti presenti. Lui esprime tutta la delusione. "Dalle parole di Ballardini sono rimasto malissimo, perchè c'è poco rispetto nei confronti della società e del pubblico palermitano. E' forse il periodo più brutto della mia gestione, quasi una coltellata ai miei sacrifici". Poi prosegue, "L'energia che mi protegge non muterà nulla nel progetto Palermo. Evidentemente doveva andare cosi per un miglioramento della nostra storia. Il Palermo va avanti lo stesso. In passato qualche cosa l'ho sospettata, ho sempre detto che Ballardini era il nostro allenatore, ma ero disorientato dalle dichiarazioni fatte dal tecnico attraverso giornali e televisioni. Cosa rimprovero a Ballardini? Quello di non avere alternative di gioco. Lui ha sempre scambiato i consigli con critiche, nulla di più falso. Vi faccio un esempio: ero convinto e l'ho detto sempre anche a lui che una squadra importante come il Palermo doveva garantirsi due o tre schemi di gioco ed invece lui ha sempre giocato con un solo modulo, cosi quando non potevamo contare ad esempio su Liverani, tutto si complicava maledettamente, insomma a volte Ballardini era un testone".

GUARDA LA VIDEOCONFERENZA DI ZAMPARINI A DESTRA DELLA HOME PAGE 

Ultime news

Leggi tutte le news